Suoni e visioni

La sezione Suoni e Visioni raccoglie i Progetti in Corso su tematiche artistico-espressive, quali musica, teatro, arti figurative, cinema.

 

SI MUOVE LA CITTA' 2017

A CASA DI LUCIO

POSTO DUNQUE ESISTO 

WEST-EAST COUNTERPOINTS

MUSICA A BOLOGNA

Il BAROCCO E IL SAX

GARCIA LORCA

MEMORIA, TERRITORIO, MUSICA, POESIA

PIANO CONTINUITA' MUSICALE

 

 

 


Per i progetti relativi ad anni scolastici precedenti consulta Archivio Didattico

 

SI MUOVE LA CITTA' 2017

 

La sezione di Liceo Musicale di Bologna è intitolata, fin dalla sua fondazione nel 2012, a Lucio Dalla, musicista che con talento e desiderio di conoscere ha attraversato stili artistici diversi rinnovando settori tradizionali della musica popolare e creando geniali contaminazioni tra àmbiti musicali differenti. Dalla è stato Artista e Cittadino onesto e di umano spessore, sempre attento ai problemi dei giovani e al loro futuro. Ogni anno, il 4 marzo, la scuola dedica un momento della sua vita di comunità formativa al ricordo di Lucio Dalla in un contesto raccolto, rispettoso, intimo, di breve durata. Gli studenti eseguono alcune canzoni del musicista bolognese, in edizioni e adattamenti attenti al contenuto testuale in rapporto alla musica. Vengono messi in rilievo, attraverso brevi e intense letture a cura dei nostri studenti, i legami della produzione di Dalla con la nostra tradizione poetica, letteraria, popolare.

Percorso didattico
Programma
Locandina
Invito

A CASA DI LUCIO

Gli allievi del Liceo Musicale sono coinvolti in alcune attività dell'iniziativa A Casa di Lucio 2017. Si arricchisce di tre serate il programma di A Casa di Lucio va in città, tre appuntamenti dedicati ai  bolognesi e ai tanti che da tutta Italia (e non solo) saranno in città il prossimo 2, 3 e 4 marzo per  ricordare l’autore di L’anno che verrà. Le serate si terranno nella grande Casa di via d’Azeglio (ospiti d’onore tra il pubblico, i ragazzi del Liceo musicale Lucio Dalla e gli amici di Piazza Grande) e saranno rimandate in diretta su un grande schermo in Piazza de’ Celestini. I tre momenti completano le celebrazioni del quinto anniversario dalla morte di Dalla, accanto a una serie di iniziative che in quei giorni faranno risuonare Bologna delle note di Dalla e dei racconti delle sue vicende artistiche, nei luoghi che in città maggiormente riportano la sua memoria; le visite saranno a cura di alcune guide d’eccezione.

FB = https://www.facebook.com/ aCasadiLucio/

INSTAGRAM = https://www.instagram.com/a_ casa_di_lucio

hashtag ufficiale #cantalucio

logo comunelogo-dallalogo_lauralog_f_dalla

POSTO DUNQUE ESISTO 

 

In occasione del 12^ anno del Festival, l’Associazione Zerotrenta ha indetto il concorso “A scuola di corto”, sul tema del pregiudizio, rivolto a tutte le scuole secondarie di II grado dell’Emilia Romagna. I ragazzi della classe 1G A.S. 2015/2016 Corso DOC Liceo Laura Bassi di Bologna, hanno vinto il concorso Zerotrenta Scuola Festival, con il cortometraggio "Posto Dunque Esisto". Gli allievi sono stati coinvolti in prima persona, oltre che nella stesura del soggetto, anche come attori e tecnici delle varie figure presenti sul set. Le riprese e il coordinamento sono stati effettati dal regista Paolo Budassi, vincitore di tanti festival con i suoi cortometraggi. La 1^G ha presentato un soggetto, che è stato scelto dalla giuria tecnica del Festival  in base ai seguenti canoni:
- originalità narrativa;
- inerenza alla tematica;
- fattibilità, intesa come realizzabilità scenica e delle location.
I vincitori hanno avuto a disposizione per due giornate una troupe con attrezzature tecniche per la realizzazione del cortometraggio che li ha assistiti anche nella fase di montaggio/postproduzione. Inoltre, hanno anche ricevuto un premio del valore di € 200,00 offerto da AVIS Comunale Argenta ai fini della realizzazione del cortometraggio. Le riprese sono state effettuate sabato 5 giugno 2016 a Bologna.

 

WEST-EAST COUNTERPOINTS

christensen_baffoni

Il 24 novembre 2016 gli studenti del Liceo Musicale Dalla incontrano due musicisti della Southeast Missouri State University: Brandon Christensen, docente di violino e viola e direttore del Dipartimento di musica da camera, e Gabrielle Baffoni, docente di Clarinetto. I musicisti saranno a Bologna per una lezione-concerto sui Contrasts di Béla Bartók nel Dipartimento delle Arti dell’Università degli Studi di Bologna e un concerto nel Museo Internazionale della Musica, con il patrocinio di ICAMus-The International Center for American Music.

Manifesto
ICAMus eventi nel mondo
ICAMus Bologna

Le classi, coordinate dalle docenti di Lingua Inglese, Roberta Resmini e Raffella Rocca, conducono l’incontro presentando agli ospiti il nostro liceo e i propri percorsi formativi, e intervistandoli sul sistema di istruzione musicale statunitense, con particolare riferimento allo stato del Missouri, sulle possibilità di studio negli States, su professionalità, gusti e tendenze musicali. All’incontro segue, nel pomeriggio, un workshop di musica d’insieme con alcune formazioni cameristiche, aperto a tutti gli studenti.

weat_east

 

MUSICA A BOLOGNA

Una ricerca sociale, sulla cultura musicale bolognese, in forma di film.
La classe V A, dopo lo stage in quarta, ha voluto proseguire anche durante l’a.s. 2015/2016 un’attività formativa. Riflettendo su una ricerca sociale che non avesse come tema le problematiche già considerate, che fosse inerente al nostro contesto locale e alle caratteristiche della nostra scuola, tra scienze sociali e musica, anche in considerazione della sezione di Liceo intitolato a Lucio Dalla, si è pensato a un film sul sentimento popolare per la cultura musicale. In particolare si è ragionato sulla relazione tra l’opera e la canzone, entrambe con profonde radici nella vita sociale della nostra città. Tutta la classe è stata coinvolta. Sono stati distribuiti dei compiti: chi si è occupato della regia (Angelica Bellei), chi della redazione (Elena Zumpano), chi della segreteria (Maria Chiara Zaniboni). Sono state adottate metodologie quali: il focus group, l’indagine storica, l’inchiesta giornalistica, la ricerca d’archivio, le interviste a protagonisti del settore. Dall’ex Sovrintendente al Teatro Comunale Giorgio Festi (che si è soffermato sull’esperienza dell’orchestra Mozart con il maestro Abbado) al musicologo Loris Azzaroni, Presidente dell’Accademia Filarmonica, dove quattordicenne si formò Wolfgang Amadeus Mozart (Salisburgo, 27 gennaio 1756 - Vienna, 5 dicembre 1791) accompagnato dal padre Leopold, presso Giovanni Battista Martini, a cui è intitolato il Conservatorio (a due passi dal nostro Liceo, al civico numero 57 di via Pietralata, è la casa che gli ha dato i natali, una lapide ancora lo ricorda), si arriva sino a Francesco Guccini, con una visita nella sua casa di Pavana, il quale, sollecitato dalle domande, ha trattato diverse questioni: dalla Bologna di notte delle osterie alla stagione dei cantautori sino alla sua vocazione letteraria sin da bambino. Uno dei motivi d'ispirazione del lavoro è stato un cortometraggio di Renzo Renzi, amico di Federico Fellini, al quale oggi è intitolata la biblioteca della Cineteca di Bologna, dal titolo Le notti del melodramma (1954), che racconta di una Bologna segnata dalla passione popolare per l’opera: ciò ha comportato una collaborazione con la Rai, che detiene i diritti d’autore, presso il cui archivio è custodita una copia. Liceo Laura Bassi, A.S. 2015-2016
Docente referente: Marco Macciantelli.

 


 

Il BAROCCO E IL SAX


Cristian Di Domenico, un allievo del triennio di sax al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, ha tenuto un incontro sul rapporto tra lo stile Barocco e lo strumento sax, solitamente utilizzato nel Jazz. L'incontro ha avuto inizio con una presentazione dello stile e del periodo Barocco, in ambito storico-letterario, tenuta dalla professoressa Ida Maffei.

Cristian Di Domenico ha, prima di tutto, cercato di esplorare quale fosse il rapporto e il valore della musica per l’uomo, proiettando alcuni video in cui erano protagonisti bambini prodigio, i quali presentavano già da così piccoli un talento spiccato che doveva essere alimentato con la passione, lo studio e il sostegno della famiglia. Di Domenico, rimasto colpito da un video del 2008 di Ann Lee, una bambina di 5 anni che suonava il violino in maniera strabiliante, ha voluto provare a scriverle, in inglese, per capire cosa fosse per lei la musica e che peso avesse nella sua vita. Ann Lee gli ha risposto, dicendogli che per lei la musica era come il riflesso di un'immagine sul lago: la musica rispecchia ciò che noi siamo e, quindi, se uno non ha sentimenti, non prova emozioni o non vuole comunicare, quando suonerà, non riuscirà a toccare il cuore delle persone...invece, la musica permette di trasmettere al pubblico il mondo del musicista e viceversa. Al termine dell'incontro, Di Domenico ha voluto mostrarci, in musica, quello che lui ha da comunicare al mondo, perciò ha eseguito un brano di Bach, la “Suite n. 1”, trascritto per sassofono baritono.
E' stato un incontro differente dagli altri, particolare, molto bello, con temi mai affrontati. Crediamo che sarebbe un’esperienza da poter riproporre a tutti gli studenti del liceo e di altre scuole, che apprezzino sia il jazz, sia il barocco, sia tutti gli altri generi musicali, perché è un argomento che presenta molte sfaccettature coinvolgenti. Bologna, 26 maggio 2016, Chiara Piletti, Sophia Sacchetti, Giordano Stefanelli IV P
Docente refererente: Ida Maffei
Materiali didattici (Cristian Di Domenico): Il sax e il barocco

GARCIA LORCA

Il progetto “Lorca” è stato realizzato per accogliere gli studenti spagnoli  provenienti dalla scuola I. E. S. “Salvador Gadea” dj Aldaia (Valencia), in scambio presso il nostro Liceo; ha previsto l'esecuzione di brani provenienti dal genere latino-americano e spagnolo per chitarra, flauto, voce, percussioni e fisarmonica, si è svolto il 15 aprile 2016. Gli studenti del Liceo Musicale che sono stati coinvolti, alle ore 8:00, si sono recati in Aula Magna per la prova microfoni, per scaldare gli strumenti e per prepararsi all'accoglienza di alcuni ragazzi spagnoli provenienti da Aldeia. Dopo una breve presentazione, è iniziato il concerto: davanti a un'Aula Magna gremita di persone, sono stati eseguiti brani di Camel su poesie di Garcia Lorca, vari brani per voce e chitarre di stampo spagnolo e un brano per fisarmonica scritto da un compositore ucraino che si ispirò alla penisola iberica. Sono seguiti un brano di Johann Sebastian Bach per chitarra, uno standard jazz di Kenny Dorham per tromba, chitarra elettrica e congas, e un brano del compositore russo Vladislav Zolotarev per fisarmonica; per concludere, “Caruso” una famosa canzone di Lucio Dalla ha chiuso la mattinata.

Programma di accoglienza

Docenti referenti: Elisabetta Benfenati, Cosimo Caforio, Lorenzo Ciavattini, Patrizia Franceschini, Ida Maffei, Antonio Marchello, Ilaria Nardi, Elena Pezzi, Miriam Stagni, Donatella Ucchino


 

MEMORIA, TERRITORIO, MUSICA, POESIA

Affinità del Novecento,da Garcìa Lorca al jazz a Lucio Dalla

Destinatari: tutte le classi del Liceo Musicale, classi quinte del Liceo Linguistico (Spagnolo), classi coinvolte in scambio culturale con la Spagna, classi del Liceo delle Scienze Umane, Coro d'Istituto, famiglie.
Soggetti esterni coinvolti: Bologna Jazz Festival, Fondazione “Lucio Dalla”, Pressing Line, Sony, Gaetano Curreri, Casale Bauer, ing. Salvatore Zocco, Padre Bernardo Gianluigi Boschi, Museo Pelagalli, Conservatorio di Bologna, che offrono generosamente e gratuitamente il loro contributo didattico, culturale, umano e artistico.
 
Studenti del Liceo Musicale all'evento a Casa Di Lucio marzo 2015
casa_lucio
 
Il progetto si sviluppa durante l'intero anno scolastico e si articola in momenti diversi: visita alla casa di Lucio Dalla; incontro con l'ingenere del suono Salvatore Zocco della ditta Casale Bauer; incontro con Padre Bernardo Gianluigi Boschi, amico e confessore di Lucio Dalla, e visita al complesso Monastico di S. Domenico, luogo molto caro all'artista; intervista a Gaetano Curreri (voce leader degli Stadio e amico di Dalla), analisi e studio di alcuni brani di Dalla dal punto di vista musicale e testuale, collaborazione con il dipartimento Jazz del Conservatorio di Bologna e il Bologna Jazz Festival, un concerto in Aula Magna del trio di Fabio Giachino, seminario sulle colonne sonore con Terry Blanchard. Al progetto parteciperanno i docenti di Italiano, Storia e Geografia, T.A.C., Storia della Musica, Tecnologie musicali e i docenti di strumento interessati.
Il focus del progetto è sulla più autentica vocazione della musica, e cioè il dialogo (le affinità) che da sempre essa instaura con le altre forme dell'espressione umana, poesia, arte, danza, cinema. Più in particolare ci si concentra sul secolo XX, in specifico sui suoi estremi temporali: gli inizi, con le avanguardie poetiche artistiche e musicali, il jazz, e l'ultimo periodo per la canzone d'autore italiana, con un riferimento alle più recenti forme poetico-musicali del rap e dell'hip-hop.
Docenti referenti: Elisabetta Benfenati, Cosimo Caforio, Lorenzo Ciavattini, Adriano Cofone, Matteo De Angelis, Marco Ferri, Ida Maffei, Antonio Marchello, Ilaria Nardi, Anna Quaranta, Raffaella Tarozzi

PIANO CONTINUITA' MUSICALE
 
basilica_concerto
 
Il Piano Continuità Musicale - "Progetto Archi 2016" è indirizzato agli studenti di violino e violoncello delle classi seconde e terze delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale. Esso permette agli studenti coinvolti di partecipare alla realizzazione di un progetto comune con gli studenti del Liceo musicale di Bologna, ciascuno secondo le proprie possibilità e secondo il proprio grado di preparazione tecnica, grazie alla predisposizione di parti strumentali appositamente preparate. I ragazzi imparano a suonare insieme e a "pensare" la musica nello stesso modo, rispondendo alla richiesta di grande concentrazione e maggior precisione possibile nell’esecuzione del proprio compito. Il concerto finale si è svolto presso la Basilica dei Santi Bartolomeo e Gaetano di Bologna, nell' aprile 2016. Scuole partecipanti: G. Reni, Jussi S.Lazzaro, Marconi Casalecchio, I.C. Borgonuovo, I.C.Pianoro, I.C.Vado-Monzuno, Rolandino De Pepoli.
Docente referente: Emanuela Piccini

 


Stampato dal sito web del Liceo Laura Bassi, Bologna, creato con BraDyCMS: http://bradypus.net